Forum del Centro Meteorologico Romano

Torna indietro   Forum del Centro Meteorologico Romano > Meteorologia > Didattica meteo
Registrazione FAQ Lista utenti Calendario Segna forums come letti

Didattica meteo Argomenti di Didattica con spiegazioni dettagliate.

Rispondi
 
Strumenti discussione
Vecchio 15-09-2018, 13.31.48   #1
Antonio da Ostia
Neve a Roma
 
L'avatar di Antonio da Ostia
 
Data registrazione: 22-12-2006
Residenza: Infernetto ( X Municipio Roma )
Età: 38
Messaggi: 10.803
Predefinito Uragano Florence negli USA, colpa dell' AGW?

Mi verrebbe da dire ci risiamo...
In questi giorni, come sappiamo, gli Stati Uniti sono colpiti dall' uragano Florence che, purtroppo, nonostante le misure di sicurezza, evacuazioni ecc.. ha fatto danni ed alcune vittime.
Prendo spunto da un articolo de il messaggero.it perché alla fine della cronaca degli eventi viene puntualmente chiamato in causa il riscaldamento globale. Eccolo:
https://www.ilmessaggero.it/primopia...o-3972983.html
I dati dicono che non è proprio cosi... anzi.
Difatti, come mostrano gli allegati, contrariamente a quanto viene enfatizzato dai vari media, non vi è stato un aumento dei fenomeni metereologici estremi, come gli uragani (anche per i tornado), a causa del riscaldamento globale.
L' istogramma mette in evidenza che non risultano sostanziali variazioni o netta tendenza a crescere da parte degli uragani nel corso del tempo.
Stesso discorso per i tornado da categoria F1 a salire, non risultano mutamenti apprezzabili ( negli USA, per esempio, il picco massimo di giorni con tornado si è avuto in una fase climatica relativamente più fresca 1960-1975 ).
Tuttavia i grafici disponibili in rete mostrano una tendenza a crescere del numero totale dei tornado ( addirittura raddoppiati dal 1950 ad oggi ).
Discorso si da approfondire, ma che personalmente reputo "dopato" dagli F0 documentati grazie ai progressi tecnologici ( fotocamere digitali, fotocamere, radar etc.. ) e dal maggiore interesse dell' opinione pubblica e mass media con la conseguenza crescita del catastrofismo e bombardamento mediatico.
Immagini allegate
Tipo file: png Hurricane_Aleksy.png‎ (104,0 KB, 3 visite)
Tipo file: png Hurricane_Tim.png‎ (25,3 KB, 3 visite)
__________________
Moderatore Forum

Stazione meteo
- Oregon WMR 88 con sensore termo igrometrico inserito nello schermo passivo Davis 8 piatti.

“Le previsioni si chiamano così perché esprimono una probabilità che si verifichi un evento, altrimenti le chiameremmo certezze“
Gen. Andrea Baroni

Ultima modifica di Antonio da Ostia : 15-09-2018 alle ore 20.46.47.
Antonio da Ostia non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 15-09-2018, 15.35.12   #2
Antonio da Ostia
Neve a Roma
 
L'avatar di Antonio da Ostia
 
Data registrazione: 22-12-2006
Residenza: Infernetto ( X Municipio Roma )
Età: 38
Messaggi: 10.803
Predefinito Riferimento: Uragano Florence negli USA, colpa dell' AGW?

Citazione:
Originalmente inviato da Antonio da Ostia Visualizza messaggio
Stesso discorso per i tornado da categoria F1 a salire, non risultano mutamenti apprezzabili ( negli USA, per esempio, il picco massimo di giorni con tornado si è avuto in una fase climatica relativamente più fresca 1960-1975 ).
Diagramma
Immagini allegate
Tipo file: jpg 00012.jpg‎ (70,6 KB, 102 visite)
__________________
Moderatore Forum

Stazione meteo
- Oregon WMR 88 con sensore termo igrometrico inserito nello schermo passivo Davis 8 piatti.

“Le previsioni si chiamano così perché esprimono una probabilità che si verifichi un evento, altrimenti le chiameremmo certezze“
Gen. Andrea Baroni
Antonio da Ostia non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 15-09-2018, 19.59.36   #3
Stefano TDC
Tempesta
 
L'avatar di Stefano TDC
 
Data registrazione: 22-12-2006
Residenza: Roma Sud - Eur Tor de Cenci
Età: 37
Messaggi: 5.112
Predefinito Riferimento: Uragano Florence negli USA, colpa dell' AGW?

interessante!
__________________
Record temperature da Luglio 2003
Minima: -2,4° (25/01/2004)
Massima: 35,9° (06/08/2003)
Record Pluviometrici da Maggio 2007
Max mm\giorno: 82,4mm (21/05/2008)


Il sito del paese di Gallo di Tagliacozzo

Raccolta webcam appenniniche
Stefano TDC non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 15-09-2018, 22.58.59   #4
rob
Coperto
 
L'avatar di rob
 
Data registrazione: 17-01-2007
Residenza: Cave (Roma)
Messaggi: 1.149
Predefinito Riferimento: Uragano Florence negli USA, colpa dell' AGW?

Seguo gli uragani oramai da 35 anni via satellite, e ho notato che in questi ultimi anni quelli dell'Atlantico sono proprio pochi e di bassa intensità. Diverso invece è la zona Pacifico. Nell'Atlantico non c'è stato nessun aumento....
Non posso dire nulla sui tornado, ma i numeri parlano chiaro.
__________________
QTH Cave(RM) z 390 m.
Stazione Davis Pro Plus - Stazione Davis Vue - Stazione Oregon - Pluviometro manuale - Ricezione MSG/NOAA/METOP/MAPPE DWD - O.M. IK0JWG -.-. --.-
Sismografo SR97/S3 in diretta - Webcam
www.cavemeteo.com
rob è connesso ora   Rispondi citando
Vecchio 17-09-2018, 10.30.00   #5
meteottavia
Neve
 
L'avatar di meteottavia
 
Data registrazione: 28-12-2006
Residenza: Ottavia, città Nivale. 130mt slm
Età: 33
Messaggi: 7.717
Predefinito Riferimento: Uragano Florence negli USA, colpa dell' AGW?

Vorrei prima fare una premesse (ovviamente non riferita a nessuno qui sul forum).
Farei una chiara e netta distinzione tra la ricerca scientifica, fatta con passione, professionalità, spesso con pochi mezzi e l'informazione giornalistica, che troppo spesso va alla ricerca esasperata della notizia eclatante.
Purtroppo con crescente frequenza mi pare di intravedere una certa confusione, vale a dire che quel che dice il messaggero non è di certo l'opinione della comunità scientifica.

Fatta questa doverosa precisazione, dico due parole sugli uragani.
Anche qui bisogna fare una distinzione.
Il numero (e quindi la frequenza) degli uragani dipende dalle condizioni dinamiche, vale a dire dalla circolazione atmosferica.
L'intensità di un uragano dipende eccome dalla temperatura dell'oceano. A parità di condizioni di circolazione atmosferiche avrò un uragano più potente se l'acqua è più calda.

Quindi se le temperature del mare crescono, gli uragani (ammesso che si formino) saranno più potenti. Ma il numero di uragani può diminuire anche se abbiamo un mare più caldo, se non ci sono le condizioni dinamiche giuste possiamo avere anche un mare a 45°C, ma l'uragano non si forma!
Ovviamente se si forma su un mare a 45°C sarà ben più potente rispetto ad un uragano che si forma (a parità di condizioni dinamiche) su un mare a 25°C.

__________________
Moderatore Forum
______________________________________


"Questa è una Uno, Ciccio... non un kangoo del caxxo!" [cit. Ares]



meteottavia non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 17-09-2018, 18.52.42   #6
Antonio da Ostia
Neve a Roma
 
L'avatar di Antonio da Ostia
 
Data registrazione: 22-12-2006
Residenza: Infernetto ( X Municipio Roma )
Età: 38
Messaggi: 10.803
Predefinito Riferimento: Uragano Florence negli USA, colpa dell' AGW?

Citazione:
Originalmente inviato da meteottavia Visualizza messaggio
Vorrei prima fare una premesse (ovviamente non riferita a nessuno qui sul forum).
Farei una chiara e netta distinzione tra la ricerca scientifica, fatta con passione, professionalità, spesso con pochi mezzi e l'informazione giornalistica, che troppo spesso va alla ricerca esasperata della notizia eclatante.
Purtroppo con crescente frequenza mi pare di intravedere una certa confusione, vale a dire che quel che dice il messaggero non è di certo l'opinione della comunità scientifica.

Fatta questa doverosa precisazione, dico due parole sugli uragani.
Anche qui bisogna fare una distinzione.
Il numero (e quindi la frequenza) degli uragani dipende dalle condizioni dinamiche, vale a dire dalla circolazione atmosferica.
L'intensità di un uragano dipende eccome dalla temperatura dell'oceano. A parità di condizioni di circolazione atmosferiche avrò un uragano più potente se l'acqua è più calda.

Quindi se le temperature del mare crescono, gli uragani (ammesso che si formino) saranno più potenti. Ma il numero di uragani può diminuire anche se abbiamo un mare più caldo, se non ci sono le condizioni dinamiche giuste possiamo avere anche un mare a 45°C, ma l'uragano non si forma!
Ovviamente se si forma su un mare a 45°C sarà ben più potente rispetto ad un uragano che si forma (a parità di condizioni dinamiche) su un mare a 25°C.

Stefano hai fatto benissimo a ricordare che sovente quello che scrivono i giornali è una cosa, la ricerca ( che non dovrebbe cadere nel sensazionalismo ) un' altra...
Vorrei però precisare che, anche nella climatologia, non esiste un pensiero univoco da parte di tutta la comunità scientifica. Anzi.
Le ultime righe de il messaggero, per esempio, citano un intervento di alcuni ricercatori di un' università americana.
Nessuno nega il riscaldamento globale avvenuto negli ultimi decenni ( tra l' altro attenuatosi, e non poco, fino a due tre anni fa ) ma nutro forti dubbi che sia correlato all' aumento delle emissioni di CO2 ( ipotesi assolutamente non ancora provata ) ed in particolare i dati non concordano sul fatto che abbia indotto un cambiamento tale del clima da generare un aumento per entità e frequenza dei fenomeni estremi ( tornado, uragani, precipitazioni intense ecc.. ).
Purtroppo per me si è portato avanti un discorso improntato tutto sulla CO2 solo ed esclusivamente per ragioni di convenienza politica, economica e sociale.
Chi di noi negli anni 80-90 sui libri di testo scolastici delle medie, superiori e universitari non ha letto di prossima desertificazione del sud Italia? E della neve che avremmo dovuto dimenticarcela anche sulle nostre montagne?
Mi sembra che superata la soglia del 2000, siamo nel 2018 e non è accaduto nulla di tutto ciò. Il deserto del Sahara è fermo lì e addirittura mostra un certo rinverdimento dalle immagini satellitari.
La neve? Continua a nevicare sugli Appennini. Un anno di più, l' altro di meno ma il tutto è legato alle varie fasi climatiche, più o meno siccitose.
L' argomento è complesso.
Ritengo la discussione molto interessante e utile ad affrontare in maniera costruttiva la tematica, quindi ben vengano anche nuovi interventi.
__________________
Moderatore Forum

Stazione meteo
- Oregon WMR 88 con sensore termo igrometrico inserito nello schermo passivo Davis 8 piatti.

“Le previsioni si chiamano così perché esprimono una probabilità che si verifichi un evento, altrimenti le chiameremmo certezze“
Gen. Andrea Baroni

Ultima modifica di Antonio da Ostia : 17-09-2018 alle ore 18.54.19.
Antonio da Ostia non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 17-09-2018, 23.00.22   #7
alessandro86
Grandine
 
L'avatar di alessandro86
 
Data registrazione: 05-03-2007
Residenza: Roma SW - Spinaceto - Casal Brunori
Età: 32
Messaggi: 3.974
Predefinito Riferimento: Uragano Florence negli USA, colpa dell' AGW?

Concordo in toto con Antonio.
Il GW... 0,74° di aumento di temperatura media durante il 20° secolo ahahahahah
0,7° sono qualcosa di impercettibile senza strumenti...la dovrebbero chiamare bufala del 20°secolo.

A sti catastrofisti li avrei fatti vivere nel cretaceo con una temperatura media terrestre di +23°, ben 8° in più rispetto a ora...e la CO2 era superiore a 2000 PPM rispetto ai 400PPM attuali, 5 volte in più!,
Le calotte polari erano libere dai ghiacci e il polo sud ricoperto di foreste.
E mi sembra che il mondo sia andato avanti comunque e anzi sia ancora abitato da flora e fauna in quantità...

Altro che CO2, benzina, gasolio, auto elettriche, fabbriche, 400PPM, ecc. ..l'aumento/diminuzione, debole/moderata/forte della temperatura su scala globale é derivata principalmente dalla variazione ciclica della radiazione solare e dai moti millenari: precessione obliquità ed eccentricità dell'orbita(cicli di Milankovitch).
__________________
Moderatore Forum

Davis VP2 giardino ventilata 24h:
https://www.weatherlink.com/bulletin...5-6b10b7b0ae99

record dal 1 novembre 2006:
massima : + 38.4° (25 agosto 07 )
minima : -4.6° (28 febbraio 18)
max minima : + 25.7° (24 luglio 09)
min massima: + 1.8° (3 febbraio 12)
vento max: 93,3 km/h (4 novembre 08 )
max prec. giornaliera: 165.4mm (20 ottobre 11)
alessandro86 non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 25-09-2018, 13.57.06   #8
Antonio da Ostia
Neve a Roma
 
L'avatar di Antonio da Ostia
 
Data registrazione: 22-12-2006
Residenza: Infernetto ( X Municipio Roma )
Età: 38
Messaggi: 10.803
Predefinito Riferimento: Uragano Florence negli USA, colpa dell' AGW?

Citazione:
Originalmente inviato da alessandro86 Visualizza messaggio
Concordo in toto con Antonio.
Il GW... 0,74° di aumento di temperatura media durante il 20° secolo ahahahahah
0,7° sono qualcosa di impercettibile senza strumenti...la dovrebbero chiamare bufala del 20°secolo.

A sti catastrofisti li avrei fatti vivere nel cretaceo con una temperatura media terrestre di +23°, ben 8° in più rispetto a ora...e la CO2 era superiore a 2000 PPM rispetto ai 400PPM attuali, 5 volte in più!,
Le calotte polari erano libere dai ghiacci e il polo sud ricoperto di foreste.
E mi sembra che il mondo sia andato avanti comunque e anzi sia ancora abitato da flora e fauna in quantità...

Altro che CO2, benzina, gasolio, auto elettriche, fabbriche, 400PPM, ecc. ..l'aumento/diminuzione, debole/moderata/forte della temperatura su scala globale é derivata principalmente dalla variazione ciclica della radiazione solare e dai moti millenari: precessione obliquità ed eccentricità dell'orbita(cicli di Milankovitch).
Esatto e si registra " addirittura" un aumento della superficie di aree verdi.
Questo è comprovato analizzando nuove tecniche di dati satellitari e l' indice LAI (Leaf Area Index) che ne deriva.
Ecco l' articolo: https://judithcurry.com/2018/09/19/t...ning-on-earth/.
Peccato poi che sia proprio la "maledetta" CO2 la causa di questo rinverdimento....
__________________
Moderatore Forum

Stazione meteo
- Oregon WMR 88 con sensore termo igrometrico inserito nello schermo passivo Davis 8 piatti.

“Le previsioni si chiamano così perché esprimono una probabilità che si verifichi un evento, altrimenti le chiameremmo certezze“
Gen. Andrea Baroni

Ultima modifica di Antonio da Ostia : 25-09-2018 alle ore 21.42.46.
Antonio da Ostia non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 25-09-2018, 22.33.01   #9
Paolo86
Neve a Roma
 
L'avatar di Paolo86
 
Data registrazione: 07-02-2007
Residenza: Milano Ovest / Genzano di Roma 200 m
Età: 32
Messaggi: 9.648
Predefinito Riferimento: Uragano Florence negli USA, colpa dell' AGW?

Molto interessante.

Il discorso dell'aumento delle zone verdi è un fatto ormai accertato e pare che questo stimolo sia dovuto proprio all'aumento della concentrazione di CO2. Il nostro pianeta è un sistema estremamente complesso che risponde a certi fenomeni in modo del tutto inaspettato.

Il fatto che ci siano nuove aree verdi è un fatto molto positivo in quanto è proprio la vegetazione giovane che funge da vero sequestratore della CO2.
Il bilancio del carbonio nelle vecchie foreste non è molto positivo in quanto le piante ormai cresciute sfruttano la CO2 di giorno, attraverso la fotosintesi, esclusivamente per le funzioni vitali e non per accrescere la struttura della pianta che è ovviamente composta da molecole a struttura carboniosa come ogni essere viventi, per poi liberarne quasi la stessa quantità di notte durante la respirazione cellulare.
__________________
Moderatore Forum

STAZIONE DAVIS VANTAGE PRO 2(LINK)

Estremi da Settembre 2005 :
Massima + alta : +40.4°C (25.08.2007)
Minima + bassa : -8.4°C (17.12.2010)
Rain rate max : 332.5 mm/h (16.05.2011)
Anno + piovoso : 1617.4 mm (2008)
Anno - piovoso : 740.0 mm (2007)
Accumuli nevosi : 4 cm (2011/12), 8 cm (2010/11), 15 cm (2009/10), 6 cm (2005/06), 4 cm (2004/05), 3 cm (2003/04)
Paolo86 non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 04-10-2018, 19.21.40   #10
Antonio da Ostia
Neve a Roma
 
L'avatar di Antonio da Ostia
 
Data registrazione: 22-12-2006
Residenza: Infernetto ( X Municipio Roma )
Età: 38
Messaggi: 10.803
Predefinito Riferimento: Uragano Florence negli USA, colpa dell' AGW?

Esatto.
Il ruolo della CO2 è importantissimo e alla base del processo di fotosintesi.
Oggi disponiamo di circa 400-405 ppm di CO2 in atmosfera e questo valore rispetto ai 300 ppm del 1950 ( o a i valori ancora più bassi del periodo pre industriale ) ha consentito un aumento significativo della produzione delle colture agrarie e, come abbiamo scritto prima, favorito il progressivo incremento della biomassa vegetale ( global greening ).
Le piante, inoltre, con la maggiore nutrizione carbonica accrescono la resistenza ai periodi siccitosi.
__________________
Moderatore Forum

Stazione meteo
- Oregon WMR 88 con sensore termo igrometrico inserito nello schermo passivo Davis 8 piatti.

“Le previsioni si chiamano così perché esprimono una probabilità che si verifichi un evento, altrimenti le chiameremmo certezze“
Gen. Andrea Baroni
Antonio da Ostia non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 06-01-2019, 10.10.01   #11
Antonio da Ostia
Neve a Roma
 
L'avatar di Antonio da Ostia
 
Data registrazione: 22-12-2006
Residenza: Infernetto ( X Municipio Roma )
Età: 38
Messaggi: 10.803
Predefinito Riferimento: Uragano Florence negli USA, colpa dell' AGW?

In USA nel 2018 record negativo dei tornado estremi....
Un ulteriore conferma che la correlazione riscaldamento globale = aumento fenomeni meteo estremi non trova riscontro nei dati.
https://twitter.com/RogerPielkeJr/st...2F%3Fp%3D49997
Immagini allegate
Tipo file: jpg DvbvjQIU0AIXIKG.jpg‎ (80,1 KB, 2 visite)
__________________
Moderatore Forum

Stazione meteo
- Oregon WMR 88 con sensore termo igrometrico inserito nello schermo passivo Davis 8 piatti.

“Le previsioni si chiamano così perché esprimono una probabilità che si verifichi un evento, altrimenti le chiameremmo certezze“
Gen. Andrea Baroni
Antonio da Ostia non è connesso   Rispondi citando
Rispondi


Utenti attualmente attivi che stanno leggendo questa discussione: 1 (0 utenti e 1 visitatori)
 
Strumenti discussione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 16.35.05.


Powered by vBulletin versione 3.6.8
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vbulletin.it